Tu sei qui: Home / Autorità Portuale / Servizi / Ambiente / Acque di Prima Pioggia

Acque di Prima Pioggia

In applicazione della L.R. N.39 del 20.10.2008 è stato pubblicato il Regolamento Regionale n. 4 del 10 Luglio 2009: “Disciplina delle acque meteoriche di dilavamento e delle acque di lavaggio delle aree esterne”.

In applicazione della L.R. N.39 del 20.10.2008 è stato pubblicato il Regolamento Regionale n. 4 del 10 Luglio 2009: “Disciplina delle acque meteoriche di dilavamento e delle acque di lavaggio delle aree esterne”.

Oltre alla definizione di acque di Prima pioggia, il Regolamento include nell’abito di applicazione art.7 comma f. “gli stabilimenti e gli insediamenti con destinazione commerciale o di produzione di beni le cui aree esterne siano adibite all’accumulo o stoccaggio di materie prime, di prodotti o rifiuti che possano provocare il rilascio di sostanze pericolose di cui alle tab. 3/A e 5 dell’allegato V alla parte III del Dlgs.152/2006”, quindi le aree portuali.

 

Tale Regolamento prevede entro 8 mesi dalla sua uscita, la predisposizione di specifici piani di prevenzione e di gestione delle acque di prima pioggia e di lavaggio da parte dei soggetti titolari delle attività indicate dall’art.7 del regolamento stesso.

 

Considerate le potenziali difficoltà connesse al recepimento della nuova normativa, A.P ha deciso di utilizzare il progetto ECCELSA (tramite la società SIGE e la ConfIndustria locale) come strumento per guidare i diversi concessionari, all’adeguamento normativo.

 

Scarica il Regolamento