Tu sei qui: Home / Autorità Portuale / Servizi / Progetti comunitari

Progetti comunitari

Le azioni intraprese dall’Autorità Portuale hanno consolidato la conoscenza del porto nel contesto europeo soprattutto per quanto riguarda le tematiche ambientali, dello sviluppo delle infrastrutture strategiche, e sull'innovazione nei settori della logistica e dei trasporti.


Il porto della Spezia si è guadagnato di diritto un posto in Europa, sia per la collocazione geografica sia grazie alle performances operative ed all’efficienza, con l’inserimento nella Rete Centrale Core Network quale porto del corridoio prioritario Scandinavia – Mediterraneo previsto nella nuova regolamentazione delle reti TEN-T (approvata dal Consiglio e dal Parlamento europeo nel dicembre 2013 - Regolamenti UE 1315 - 1316). Con l'inserimento del porto della Spezia tra i porti Core della rete centrale TEN-T, La Spezia è stata chiamata a dare il proprio contributo nella stesura dei work plan di corridoio per quanto riguarda il Corridoio SCANMED e nell'elaborazione degli studio di mercato relativi al trasporto merci via ferroviaria per quanto riguarda il rail freight Corridor SCANMED.

 

MAPPA CORRIDOI

 

Progetto WiderMos


 

L'Autorità Portuale della Spezia è il coordinatore del progetto europeo WiderMoS (Wide Interoperability and new governance moDels for freight Exchange linking Regions through Multimodal maritime based cOrridorS), che vede coinvolti, oltre l'Italia, la Spagna, la Germania e il Portogallo. Il progetto iniziato nel Giugno del 2013 si è concluso nel dicembre 2015 e ha un budget complessivo di 5.940.000 euro cofinanziato al 50%. Nell’ambito del progetto sono state sviluppate 5 piattaforme informatiche di corridoio nei porti di La Spezia, Barcellona, Porto, Kiel e Rostock. La realizzazione dei progetti pilota per lo sviluppo delle piattaforme tecnologiche di corridoio (Corridor Management platform) hanno come obiettivo il miglioramento dell'integrazione dei servizi di trasporto lato mare all'interno dell'intera catena logistica. I progetti pilota hanno preso in considerazione tutte le operazioni portuali e logistiche al fine di migliorare le comunicazioni e il flusso documentale tra i vari attori della catena logistica ed hanno come obiettivo prioritario il superamento dei cosiddetti colli di bottiglia presenti lungo la catena logistica con particolare riferimento ai processi doganali, controlli alla merce e miglioramento dei collegamenti ferroviari con la parte inland.

 

 

Per maggiori informazioni: http://www.widermos.eu/


Altri progetti

 

PROGETTO IFREIGHTMED DC: grazie al progetto sono state finanziate le attività di promozione di due servizi intermodali: La Spezia - Verona - Monaco (Cemat) e La Spezia - Melzo - Frenkendorf (Hannibal).
Per maggiori informazioni: http://www.ifreightmed.eu/


PROGETTO MESP: concluse le attività pilota relativamente al porto della Spezia: sperimentazione di un metodo innovativo per il miglioramento della qualità dell'aria nelle aree della viabilità comune intraportuale.
Per maggiori informazioni: http://www.mesp.org/
Nel bando CEF 2015 (Connecting Europe Facility) della Commissione Europea, La Spezia ha ottenuto
l'approvazione di 3 progetti strategici che vedono l'AP coinvolta in qualità di partner.


GAINN 4CORE: il progetto nel suo complesso prevede di testare in maniera sperimentale le nuove tecnologie legate all’utilizzo del GNL nel trasporto navale ed in ambito portuale, analizzando e sviluppando i principali aspetti
legati ad: approvvigionamento, stoccaggio, distribuzione (marittima e terrestre), training e sicurezza,
autorizzazioni e aspetti normativi. Lo studio coinvolge i porti di Genova, La Spezia, Livorno, Ancona, Ravenna, Venezia e Augusta.


GAINN 4MOS: l'azione prevede studi e progetti per la costruzione di 4 navi prototipo alimentate ad LNG e 7 punti di rifornimento a LNG ubicati nei porti principali dei paesi aderenti al progetto.L'azione fa parte del GAINN Global Project.


FRESH FRUIT CORRIDOR: sviluppo di azioni pilota a supporto dell’attivazione di un nuovo servizio di trasporto di prodotti agri-food da Israele-Giordania-Egitto con i mercati del Centro Europa. Studio e analisi per potenzialità di sviluppo di questa tipologia di merce relativamente al porto della Spezia.