Tu sei qui: Home / Golfo della Spezia

Golfo della Spezia

Spezia

Il Golfo della Spezia (detto anche Golfo dei Poeti) è un'ampia e profonda insenatura del litorale del Mar Ligure, situata all'estremità orientale della regione Liguria.
Il Golfo ospita uno dei principali arsenali della Marina Militare, che ha avuto il merito di trasformare la città della Spezia da borgo di pescatori in capoluogo di provincia, sede di importanti industrie specializzate in vari settori.
Il Golfo della Spezia è orientato su un asse Nord-Ovest / Sud-Est ed è protetto alle spalle da una catena di monti, delimitato ad Ovest dal promontorio di Porto Venere (e le isole Palmaria, Tino e Tinetto) e ad Est dalla costa lericina. Per questo motivo esso risulta esposto ai soli venti di scirocco e parzialmente di tramontana, ed è invece riparato da quelli più potenti di libeccio.
All'imboccatura del Golfo si trova la diga foranea, che è lunga 2210  metri e taglia il golfo tra punta S. Maria a ponente e punta S. Teresa a levante, lasciando aperti alle estremità due passaggi (di 400 e 200 metri rispettivamente) al fine di permettere l'accesso al porto delle navi mercantili e militari.
Il Golfo misura circa 4,5  km in lunghezza e mediamente 3-3,5 km in larghezza.
Come detto prima il Golfo della Spezia è conosciuto anche come il Golfo dei Poeti. A battezzarlo così fu nel 1919 il commediografo Sem Benelli, che proprio in una splendida villa affacciata sul mare di San Terenzo lavorò al suo capolavoro “La cena delle beffe”.
Tale soprannome, però, deriva soprattutto dal fatto che nel corso dei secoli molti altri poeti, scrittori ed artisti hanno trascorso periodi di residenza nei borghi del golfo, folgorati dalla bellezza di questo "anfiteatro d'acqua".
Fra i tanti artisti che amarono questo luogo, ricordiamo lo scrittore David Herbert Lawrence, la scrittrice e pittrice Gorge Sand, il poeta Lord Byron (che dà il nome alla grotta di Portovenere) e lo scrittore Percy Bisshe Shelley. Quest'ultimo ebbe la sua ultima residenza nel borgo di San Terenzo, borgata marinara nel Comune di Lerici.
L’8 luglio 1822, infatti, Shelley annegò in una tempesta improvvisa mentre a bordo della sua goletta stava navigando proprio verso San Terenzo.
Il pittore svizzero Arnold Böcklin amò soggiornare in varie località del Golfo.
Tra gli artisti italiani ricordiamo lo scrittore e scienziato Paolo Mantegazza, i poeti Gabriele D’Annunzio e Filippo Tommaso Marinetti, lo scrittore e regista Mario Soldati, che abitò stabilmente in una villa presso Tellaro, dove morì il19 giugno 1999.
Nella frazione della Serra nacque il poeta Paolo Bertolani, cui il Comune di Lerici conferì la cittadinanza onoraria.