Tu sei qui: Home / Golfo della Spezia / Le isole

Le isole

Isola del Tino

 

Fanno parte dell'arcipelago tre isole: isola di Palmaria, il Tino e il Tinetto. Appartiene all'arcipelago anche l'isolotto denominato isola della Scuola (o Torre Scola) ed alcuni scogli minori.

Le tre isole principali si trovano al largo della costa di fronte a Porto Venere.

 

La Palmaria è separata da Portovenere da uno stretto braccio di mare detto Le bocche, ha una superficie di 1,89 km², è la più grande delle tre isole del Golfo della Spezia e dell'intero territorio ligure. La Palmaria è anche la più frequentata durante la stagione estiva grazie ad un servizio traghetti in partenza da Porto Venere, è interessante per le sue grotte, dove sono stati ritrovati reperti risalenti all’epoca preistorica, e anche per l’insolita conformazione del territorio: sul versante orientale la costa scende dolcemente fino al mare coperta da una ricca vegetazione mediterranea; sul versante occidentale, invece, ci sono ripide scogliere alte fino a 188 metri.

 

Le Isole - Vespucci

 

In tutta l’isola sono evidenti i resti che testimoniano la forte presenza militare in quest’area, come ad esempio il forte Umberto I°, costruito dal Conte Cavour durante il regno dei Savoia, la stazione segnaletica e il Forte Cavour situato sulla punta più alta dell’isola. Degna di nota, infine, è la presenza (nella parte meridionale dell’isola, denominata Pozzale) di una cava abbandonata, utilizzata un tempo per l’estrazione del pregiato marmo nero con striature dorate detto portoro.

 

Le isole del Tino e del Tinetto sono tuttora zona militare. Palmaria Tino e Tinetto, che è poco più di uno scoglio, sono state inoltre colonizzate dai monaci benedettini.


Sull’isola del Tino, aperta ai visitatori solo il 13 settembre di ogni anno in occasione della festa di San Venerio, un eremita che ha vissuto sull’isola, si possono trovare le rovine dell’abbazia di San Venerio dell’11° secolo. La superficie dell'isola del Tino è di 127.000 m² ed il suo perimetro di quasi 2 km. Un faro del XIX secolo è situato sulla sommità dell’isola. Anche sul Tinetto sono visibili tracce di un insediamento monastico del quarto secolo.
Nel 1998 le tre isole, insieme a Porto Venere, sono state inserite dall’UNESCO nella lista dei siti “patrimonio dell’umanità”.

 


Per maggiori informazioni: http://www.comune.portovenere.sp.it/