Tu sei qui: Home / Golfo della Spezia / Lerici

Lerici

Lerici

 

Il territorio di Lerici è situato nella riviera di Levante, sulla sponda orientale del golfo della Spezia. Sorge al centro di una piccola insenatura naturale dominata da un promontorio su cui spicca l'imponente castello, oggi sede museale. La storia di Lerici si perde nella notte dei tempi. Non si conosce con precisione l'anno della sua fondazione, ma lo studio del suo antico nome "portus íliycis" che potrebbe derivare dal greco "Iliakos' (iliaco, troiano), induce a favoleggiare che la sua fondazione derivi da un gruppo di esuli della guerra di Troia. E’ noto che nel VII sec. a.C. il Golfo fu occupato dagli Etruschi che fondarono la città di Luni a cui Lerici per molti secoli legherà la sua storia. Per la sua importanza come porto, Lerici fu conteso dai romani ai liguri e da essi conquistato e utilizzato a scopo militare e commerciale.

 

Castello Lerici

 

Lerici fu porto importante nel Medioevo, Nel 1241, dopo la battaglia del Giglio, fu occupata dai pisani che edificarono il Castello e il borgo murato.

 

Dopo quindici anni Genova la riconquistò e ampliò il Castello, mentre tra il '600 e il '700 ci fu il massimo
sviluppo urbanistico.
All’interno del castello, dove è presente una cappella dedicata a Sant’ Anastasia (1250), oggi c’è il museo
geopaleontologico, dotato di sistemi multimediale che consentono un virtuale viaggio nel tempo.


Nell'oratorio di San Rocco si trova un interessante dipinto del Fiasella, mentre la chiesa di San Francesco
conserva due dipinti del Fiasella, un trittico marmoreo di Domenico Gare del 1529, il Cristo morto del
Maragliano, un pulpito in ardesia dal quale, secondo la tradizione, predicò Bernardino da Siena e i resti della preesistente chiesa primitiva.
Villa Marigola, che ospitò l'imperatrice di Germania e Sem Benelli (che qui scrisse la sua Cena delle beffe) è oggi un importante centro congressi.

 

Lerici Tellaro

 

Oggi il paese di Lerici, che durante l'estate è inaccessibile alle automobili, è collegato al borgo di San Terenzo tramite una passeggiata sul mare definita “da castello a castello”. Nei pressi della passeggiata e dei centri abitati ci sono numerose spiagge frequentate dagli abitanti e dai turisti. Da un punto di vista turistico-sportivo Lerici si distingue il complesso polivalente della Venere Azzurra che è dotato di due piscine (una olimpionica) e impianti per il tennis, il golf e il tiro con l'arco mentre il porto turistico ha una capienza di 2000 posti barca.

 

Da segnalare la frazione di Tellaro, riconosciuta come uno dei Borghi più belli d'Italia, sorge arroccato su una scogliera a pochi chilometri da Lerici.

E’ incantevole la chiesa rosa a picco sul mare, intitolata a San Giorgio, a cui è legata una nota leggenda: una notte di secoli fa un gigantesco polpo, avvinghiandosi alla corda delle campane della chiesa, avvisò la popolazione dell'arrivo dei saraceni.

 

Per maggiori informazioni: http://www.comune.lerici.sp.it/