Tu sei qui: Home / Il Porto / Terminal ferroviario di S. Stefano Magra

Terminal ferroviario di S. Stefano Magra

S. StefanoIn un contesto mondiale che vede la forte crescita del traffico contenitori, con il continuo aumento della domanda di trasporto e di servizio alle merci, i sistemi portuali e la logistica diventano fattori determinanti per il rilancio competitivo del sistema produttivo italiano sui mercati internazionali.

I porti nazionali saranno protagonisti di primo piano, nell’intercettare e smistare il traffico contenitori destinato al mercato italiano ed europeo, solo se saranno in grado di creare sotto-sistemi efficienti ed integrati di infrastrutture e servizi “lato terra”, soprattutto nell’ambito ferroviario. Il porto della Spezia già oggi smista circa il 32% dei propri traffici via ferrovia ed una percentuale analoga viene movimentata dall’interporto di Parma.


La realizzazione del progetto shuttle, tra il S. Stefano  porto della Spezia e l’interporto CEPIM di Parma, potrà incrementare i traffici portuali e la competitività del sistema “porto” nel rispetto dell’ambiente e delle aree urbane.

L’intervento prevede la realizzazione, nelle aree retroportuali di S. Stefano Magra, di una piattaforma intermodale attrezzata, che ridurrà il traffico su gomma utilizzando le aree a servizio diretto del porto.

L’opera consentirà la connessione diretta con servizio shuttle tra porto della Spezia, S. Stefano Magra e l’interporto CEPIM riducendo in modo significativo i tempi ed i costi del trasporto ferroviario e sviluppando nel contempo anche le connessioni infrastrutturali e le attività logistiche fino ai territori della provincia di Verona.