Tu sei qui: Home / Cantieristica / Fincantieri

Fincantieri

Fincantieri

 

Il Cantiere del Muggiano inizia la sua vita produttiva insediandosi nel 1883 nel golfo della Spezia come "Giorgio Henfrey & C.", per le riparazioni del naviglio adibito al trasporto di minerali per la fonderia "Pertusola".
Nel 1887, con la cessione alla società inglese "Continental lead and iron Company limited", il cantiere iniziò a costruire velieri in acciaio e nel 1897 venne rilevato dalla società "Hofer, Manaira & C.", cui subentrò la "Società Anonima Cantieri Navali del Muggiano" (SACNM).
Nel 1906 il cantiere viene assorbito dalla "Società Cantieri Navali Riuniti" di Genova, nel 1907 cambia denominazione in "Fiat-San Giorgio", acquisendo una reputazione mondiale nella costruzione di sommergibili per Italia, Brasile, Portogallo, Inghilterra, Giappone, Russia, Svezia, Olanda.
Verso la fine degli anni '40 viene incorporato nella Ansaldo. Dal 1971 lo stabilimento, con la denominazione "Cantiere Navale Muggiano S.p.A." continua a produrre navi mercantili sino a quando nel 1975 riprende la sua tradizionale vocazione militare - perfezionata con l'incorporazione nella società Cantieri Navali Riuniti da fine 1981 - con la costruzione di unità per le Marine Militari italiana e di vari Paesi: Libia, Ecuador, Perù, Venezuela, Iraq.
Nel 1984, con l'assorbimento della società da parte di Fincantieri, il Cantiere viene inquadrato nell'attuale Direzione Navi Militari insieme a quello di Riva Trigoso, con cui mantiene una proficua integrazione produttiva: infatti Muggiano assume la gestione delle fasi finali di allestimento e delle prove pre-consegna anche delle navi realizzate e varate a Riva Trigoso.
In ambito militare da questo cantiere sono uscite le più importanti unità di cui la Marina Militare italiana si è dotata come ad esempio gli incrociatori "Zara" e "Duca degli Abruzzi" degli anni '30 oltre a numerosi piroscafi speciali e motonavi di diverse dimensioni.
Tra ultime realizzazioni: i pattugliatori della classe "Comandanti" (2001-2002) - varati a Riva Trigoso e allestiti al Muggiano - e della classe "Diciotti" (dal 2002 fino ad oggi); l'unità di supporto polivalente "Elettra" (2003); l'allestimento dei pattugliatori d'altura "Sirio" e "Orione" (2003).
Lo stabilimento, fin dall'inizio, acquisce una reputazione su scala mondiale nella produzione di unità militari, in particolare nella costruzione dei sommergibili. Tale tradizione continua con successo fino ai giorni nostri, nel dicembre 2004 è stato infatti varato lo Scirè, il 100° sommergibile costruito presso lo stabilimento.
In ambito mercantile, il cantiere ha prodotto anche navi mercantili come ad esempio le sei rinfusiere della serie dei "Capitani del Lavoro" della metà degli anni '50 o le motonavi da carico "Hanyang" (1968) e "Tosong" (1969)
Per la MMI sono stati costruiti al Muggiano anche gli aliscafi della classe Nibbio, interamente in lega leggera, una tappa fondamentale dal punto di vista del contenuto tecnologico, che negli anni successivi ha avuto importanti riflessi negli sviluppi di modelli produttivi di navi veloci ad alta tecnologia per usi civili.
Infatti, grazie all'esperienza del "Destriero" - che conquistò il prestigioso "Nastro Azzurro" attraversando l'Atlantico all'eccezionale velocità media di 53 nodi - i fast ferries per il trasporto di passeggeri e automezzi, costruiti negli anni Novanta nel cantiere complementare di Riva Trigoso, sono stati poi allestiti a Muggiano: quattro per Sea Containers Italia ("SuperSeaCat" 1, 2, 3, 4), due per Ocean Bridge ("Pegasus" 1, 2) e quattro per Tirrenia di Navigazione ("Aries", "Taurus", "Scorpio" e "Capricorn").
Tra le realizzazioni più recenti vanno annoverati: il refitting su quattro sommergibili della classe "Sauro", la costruzione di un pattugliatore per le Forze Armate di Malta e l'allestimento del fast ferry "Gotlandia II" per l'armatore svedese Rederi AB Gotland.
Lo stabilimento è attualmente impegnato nel completamento per la MMI del sommergibile "Scirè", tipo U212A. Lo stabilimento ha costruito il troncone di prua e le sovrastrutture della "Cavour", la portaerei destinata a diventare l'ammiraglia della flotta italiana, varata nel luglio 2004 nello stabilimento di Riva Trigoso. I due tronconi della nave sono stati poi congiunti a Muggiano dove sta proseguendo l'allestimento fino alla consegna prevista alla fine del 2007.
Il cantiere concorre, insieme a quello di Riva, alla realizzazione dei due cacciatorpedinieri della classe "Orizzonte", "Andrea Doria" e "Caio Duilio", la cui consegna è prevista nel 2007 e 2009, e parteciperà anche allo sviluppo del programma italo-francese FREMM.
Completano il portafoglio ordini dello stabilimento: i lavori di ripristino funzionale e manutenzione della piattaforma sulle fregate "Sagittario" e "Perseo" destinate ad essere trasferite, come le precedenti due gemelle "Lupo" e "Orsa" (consegnate nel 2005), dalla flotta della Marina italiana a quella peruviana, due unita' polivalenti da rimorchio, rifornimento e supporto offshore (AHTS, Anchor Handling Tug Supply Vessel) per la società armatrice genovese Rimorchiatori Riuniti, con consegne a fine 2007 e autunno 2008 (insieme a Riva Trigoso); una nave oceanografica, con consegna nell'autunno 2007, per il National Institute of Ocean Technology di Chennai-India (insieme a Riva Trigoso) e un mega yacht di oltre 130 metri di lunghezza che, alla consegna nel 2010, sarà il più grande al mondo commissionato in anni recenti da un armatore privato.
Presso il cantiere saranno costruiti, anche in futuro, i mega yacht, unità da diporto di lunghezza superiore a 70 metri, nel quadro dell'accordo di collaborazione recentemente definito con Azimuth/Benetti.

 

Fincantieri S.p.A.

Viale San bartolomeo, 446

19126  Muggiano (La Spezia)

tel. +39 0187 543238

fax +39 0187 543239