Navigazione
Tu sei qui: Home / Notizie / “Riforma dei Porti: salpa o affonda?”

“Riforma dei Porti: salpa o affonda?”

Ne discutono lunedì 11 alla Spezia il sen. Luigi Grillo, Presidente VIII Commissione Lavori Pubblici e Comunicazioni del Senato; l’on. Mario Tullo, Responsabile Porti del PD; il Presidente dell’Autorità Portuale della Spezia, Lorenzo Forcieri.

L’Autorità Portuale della Spezia ha organizzato per lunedì 11 ottobre, alle ore 16,30, presso la “Sala Marmori” della Camera di Commercio della Spezia, un incontro-dibattito sulla riforma della legge 84/94, cui parteciperanno, oltre al Presidente dell’Autorità Portuale della Spezia, Lorenzo Forcieri, il sen. Luigi Grillo, Presidente VIII Commissione Lavori Pubblici e Comunicazioni del Senato nonché relatore della bozza di riforma all’esame del parlamento, e l’on. Mario Tullo, Responsabile Porti del PD. Moderatore del dibattito sarà Raoul de Forcade, redattore de Il Sole 24 Ore.

Dopo l’approvazione del disegno di legge sui porti da parte del Consiglio dei Ministri,  secondo molti peggiorativo rispetto all'ipotesi scaturita in Parlamento,  si attende la ripresa della discussione che consenta, tra l'altro, di affrontare le problematiche inerenti il processo di autonomia finanziaria delle Autorità portuali non ancora attuato.

“La portualità italiana – dichiara Forcieri - attende un deciso cambiamento e razionalizzazione all'ordinamento dei porti,  strategici per il nostro Paese, fonte importante di occupazione e di considerevoli gettiti finanziari.
Senza l’autonomia finanziaria, ad esempio, i porti rimarranno senza risorse e sarà difficile poterne sviluppare le infrastrutture e quindi la competitività. Oggi siamo in una fase cruciale della vita di questa riforma. Con questo incontro aperto agli operatori ed a tutta la città, vogliamo sollecitare una spinta dal basso che sia da stimolo ai nostri parlamentari e al governo perché mettano i nostri porti nelle condizioni di lavorare al livello dei nostri competitors internazionali”.

 

La Spezia, 8 ottobre 2010