Navigazione
Tu sei qui: Home / Notizie / Autorità Portuale della Spezia e Società I.T.N. Industrie Turistiche Nautiche S.p.A.

Autorità Portuale della Spezia e Società I.T.N. Industrie Turistiche Nautiche S.p.A.

Firmata oggi la concessione sessantennale.

E’ stato firmato oggi l’atto formale con il quale l’Autorità Portuale della Spezia, rappresentata dal Presidente Lorenzo Forcieri, ha concesso alla Società I.T.N. Industrie Turistiche Nautiche S.p.A., rappresentata dal presidente Alessandro Menozzi,  la zona di demanio marittimo di  mq. 208.400 situata nel Comune della Spezia in Località Molo Mirabello. Ciò permetterà di mantenere alla società, su questo pregiato spazio a mare, un porticciolo per  il turismo nautico e relative infrastrutture,  per la durata di sessant’anni. Lo spazio è costituito dalla strada di collegamento tra la viabilità cittadina (Viale Italia – Viale Amendola) e l’isola principale; la stessa isola in fregio al Molo Mirabello; il molo principale; il molo secondario; il molo Lagora e l’ isola secondaria; i pontili interni fissi su pali; lo specchio acqueo.
ITN ha investito 120 milioni di euro nella realizzazione di uno dei porti privati più importanti d’Italia che ospiterà, a lavori ultimati, circa 400 imbarcazioni da 12 ad oltre 70 metri, più tutti i servizi che contribuiranno al funzionamento del complesso, una piscina da 25 metri, una spa, 60 spazi commerciali, un eliporto, due stazioni carburante, 1300 posti auto, 280 box auto, bar, ristoranti e uno sportello Carispe aperto anche il sabato. Il canone pagato dalla società emiliana all’AP sarà di 487.000 euro all’anno.
“Nell’ambito di questa struttura l’AP realizzerà una marina di circa 750 posti barca sul lato esterno del molo principale – ha detto il presidente dell’AP Lorenzo Forcieri - che saranno prioritariamente destinati ad ospitare la ricollocazione di parte delle marine del Canaletto e di Fossamastra, al fine di consentire la piena realizzazione del Piano Regolatore Portuale. Queste imbarcazioni potranno usufruire dei servizi offerti dalla struttura che sarà accessibile a tutti. E’ un’opera importante per lo sviluppo economico e sociale della città che potrà contare su una fetta significativa di lungomare che di fatto costituisce la prima parte del nuovo waterfront”.
L’AP assicurerà il collegamento pedonale con la realizzazione di una passerella che dalla banchina Revel permetterà di raggiungere il Mirabello. Nel frattempo, in attesa dell’ultimazione dei lavori, ITN assicurerà a propria cura e spese un servizio di bus navetta di collegamento tra il centro città e il parcheggio del molo.