Navigazione
Tu sei qui: Home / Notizie / Cooperazione Italia – Corea: quattro tecnici coreani della Hyundai U&I e KIC System al lavoro in questi giorni nel porto della Spezia.

Cooperazione Italia – Corea: quattro tecnici coreani della Hyundai U&I e KIC System al lavoro in questi giorni nel porto della Spezia.

Esito positivo dei test. Lo scalo spezzino da oggi può comunicare e scambiare informazioni con la Corea. FORCIERI: “Ulteriore elemento di competitività per lo scalo spezzino”

Quattro tecnici Coreani della Hyundai U&I e KIC System - le società incaricate dal Ministero dei Trasporti coreano di effettuare i lavori di installazione delle apparecchiature RFID (identificazione a radio frequenza) necessarie per lo sviluppo del progetto di tracciamento della merce dal porto di Busan a quello della Spezia - stanno lavorando in questi giorni nello scalo spezzino per conto dell’Autorità Portuale.

I lavori di installazione sono stati portati a termine con successo ed i test effettuati sulle connessioni tra sistema Italiano e sistema Coreano hanno dato esito positivo: il risultato è che il porto della Spezia da oggi può comunicare e scambiare informazioni con la Corea.

Il Presidente dell’AP, Lorenzo Forcieri: “In questo modo, attraverso un test più completo, molto importante anche per le grandi industrie coreane (Hyundai, Samsung, LG,ecc.), si avvicina  l’obiettivo di poter aggiungere un ulteriore elemento di competitività allo scalo spezzino in termini di velocizzazione ed efficienza”.

Ha così preso avvio la fase operativa del progetto di cooperazione nel settore ICT della logistica tra Italia e Corea. Il porto della Spezia e quello di Genova sono gli unici porti italiani coinvolti nel progetto promosso dal Governo Italiano e da quello Coreano, implementato in Italia attraverso il progetto MIELE.

Il progetto, coordinato dall’Ing. Federica Montaresi dell’Autorità Portuale della Spezia, ha avuto il supporto operativo del terminal LSCT, da sempre attento alle innovazioni nel settore della logistica portuale e alla ricerca di soluzioni per l’efficientamento della catena logistica.

Ieri i tecnici coreani si sono trasferiti presso il centro logistico intermodale di Melzo – Contship Group -, al fine di estendere la sperimentazione sul tracciamento della merce in arrivo da Busan all’intera catena logistica, dal porto di partenza fino alla destinazione finale.

La Spezia, 26 ottobre 2012