Navigazione
Tu sei qui: Home / Notizie / Crociere alla Spezia. Nel 2014 i passeggeri supereranno quota 493mila.

Crociere alla Spezia. Nel 2014 i passeggeri supereranno quota 493mila.

Allure of the Seas nel 2015. Il Presidente Forcieri: “Ora bisogna uscire al più presto dalla fase transitoria e realizzare le opere previste dal PRP.”

Cresce ulteriormente il traffico crocieristico nel porto della Spezia. Nel 2014, infatti, sono previsti 183 scali di navi da crociera (+124 %) per un numero di passeggeri che supererà quota 493mila (+140%).

Questo il dato più eclatante emerso stamani nel corso della conferenza stampa che si è svolta al Villaggio del Porto ed a cui hanno partecipato, oltre che il presidente dell’Autorità Portuale della Spezia, Lorenzo Forcieri; il capitano di fregata Giacomo Cirillo, in rappresentanza della capitaneria di Porto; il dottor Ottaviano Macciantelli, capo staff del direttore dell’Agenzia delle Dogane della Spezia, dottor Elvio La Tassa.

Il 2013 è stato l’anno che ha segnato l’ingresso della Spezia negli itinerari delle più importanti compagnie crocieristiche internazionali grazie all’inaugurazione della nuova banchina passeggeri al molo Garibaldi e alla ristrutturazione dell’ex sede della dogana per l’accoglienza dei passeggeri.

Quest’anno vede la conferma di compagnie già note come  Royal Caribbean, Costa Crociere, Ibero Cruises, Disney Cruise oltre che, per la prima volta, Pullmantour, Radisson Cruises e MSC Crociere. Quest’ultima utilizzerà La Spezia, come già avviene nel caso di Costa e Ibero, come “interporting”. Ciò significa che i passeggeri potranno imbarcarsi sulle navi o sbarcare da esse nel nostro porto.

Da sottolineare le toccate delle navi di Pullmantour, importante compagnia spagnola appartenente al gruppo Royal Caribbean, che a partire dal mese di aprile porterà alla Spezia la Sovereign of the Seas per 19 scali, la Zenith per 7 scali e la Horizon per uno scalo.

Il presidente dell’AP, Lorenzo Forcieri, che nell’occasione ha svelato che durante un suo viaggio lampo a Miami lo scorso gennaio è riuscito ad assicurarsi anche la Allure of the Seas, la nave più grande del mondo assieme alla gemella Oasis, ha dichiarato:”Il nostro Golfo si conferma come uno dei più belli e attrattivi del Mediterraneo e noi stiamo lavorando alacremente per rendere il nostro scalo sempre più accogliente. Il settore crocieristico sta infatti assumendo sempre maggiore valore per la città e l’intera provincia; dobbiamo impegnarci per far sì che gli effetti positivi si moltiplichino e l’economia legata al turismo crocieristico cresca su tutto il territorio. Per questo dobbiamo  uscire al più presto dalla fase transitoria, realizzando le opere previste dal Piano Regolatore Portuale, tra cui il nuovo molo su calata Paita e la nuova stazione crocieristica”

Il direttore dell’agenzia delle dogane della Spezia, Elvio La Tassa: “Dietro il mondo delle crociere si muove un’economia ai più sconosciuta: rifornimenti di carburante; provviste alimentari; ricarico dell’acqua; pulizie; gestione rifiuti, facchinaggio; trasporti; alberghi; ristoranti; logistica in genere e tante altre attività che creano posti di lavoro. Nel ruolo sociale, oltre a quello professionale,  che svolgono gli amministratori pubblici, questo aspetto deve avere carattere di priorità, soprattutto oggi, in quanto l’ occupazione, specie quella giovanile, langue. Compito delle Amministrazioni è quello di razionalizzare e semplificare la burocrazia, che spesso interseca e a volte ostacola le attività commerciali. La comunità portuale Spezzina, le forze politiche, le Autorità civili e militari, anche in questo caso, si sono dimostrate coese nell’affrontare e risolvere le problematiche connesse al settore delle crociere”.

 

La Spezia, 14 febbraio 2014