Navigazione
Tu sei qui: Home / Notizie / Definitiva rimozione del relitto Maxime da Cadimare

Definitiva rimozione del relitto Maxime da Cadimare

Si sono finalmente concluse le operazioni per la rimozione del relitto Maxime, arenato sei anni fa nella baia di Cadimare
Definitiva rimozione del relitto Maxime da Cadimare

Il relitto del Maxime all'ingresso del bacino del cantiere San Marco

Si è finalmente concluso ieri un capitolo durato sei anni, iniziato nel 2003 quando il motoryacht Maxime, ormeggiato vicino agli ex cantieri Clemna – Istria per essere sottoposto ad alcuni interventi di manutenzione, si era arenato a seguito di condizioni meteo sfavorevoli.

Le operazioni di sgombero del relitto sono iniziate a metà giugno scorso, quando la gru pontone Langer Heinrich ha rimosso la prua della nave.

Restava ancora la parte più grande dello scafo, lunga circa 40 metri, che si era deciso di rimuovere in un’unica operazione, senza ricorrere ad ulteriori tagli dello scafo, ognuno dei quali avrebbe comportato circa un mese di lavorazione.

Ieri pomeriggio la Langer Heinrich, in grado di sollevare carichi fino a 250 tonnellate, ha finalmente rimosso il relitto, che ha poi raggiunto i bacini del Cantiere San Marco.

“E’ stata un’operazione complessa. – commenta soddisfatto il Presidente Forcieri – Dopo la rimozione della prua si sono rese necessarie analisi e ispezioni subacquee per stabilire con esattezza le condizioni dello scafo da rimuovere; sono stati compiuti ben tre tentativi per riportare lo scafo in galleggiamento, ma ogni volta lo scafo tornava ad inabissarsi”.

Finalmente ieri pomeriggio i tecnici dell’Autorità Portuale e della società Submariner sono riusciti nell’intento e il relitto è stato definitivamente rimosso.

Espressioni di soddisfazione anche da parte del sindaco della Spezia, Massimo Federici, che ringrazia l’Autorità Portuale per aver sostenuto economicamente e materialmente questa operazione.