Navigazione
Tu sei qui: Home / Notizie / EXPO 2015: l’Autorità Portuale partecipa al bando comunitario TEN-T Autostrade del Mare.

EXPO 2015: l’Autorità Portuale partecipa al bando comunitario TEN-T Autostrade del Mare.

Due le proposte progettuali che affrontano i temi dei corridoi doganali e le strategie per un maggiore uso di carburanti alternativi nel trasporto marittimo. Forcieri: “L'Expo 2015 è una grande opportunità che anche il nostro porto deve cogliere. Lavoreremo su sostenibilità ambientale e riduzione delle emissioni”

“Dopo il successo di WiderMos, continua la nostra azione a livello europeo su temi prioritari per la Commissione e che permetteranno al nostro scalo di rafforzare ancora di più  il suo ruolo all'interno della rete centrale TEN-T”, dichiara il Presidente dell’Autorità Portuale della Spezia, Lorenzo Forcieri, all’indomani della presentazione di due proposte progettuali nel bando TENT Autostrade del mare: il progetto Blue Lane e il progetto Poseidon Med.

Il progetto Blue Lane, con capofila la regione Liguria, vede per la prima volta la partecipazione di tutti e tre i porti liguri per sviluppare e testare corridoi doganali veloci in occasione di Expo 2015 , un evento mondiale che coinvolgerà gli scali liguri, porta sul mare di Expo 2015, un evento al quale anche il porto della Spezia si sta preparando per poter offrire le migliori condizioni operative e logistiche.

Il progetto Poseidon Med, con capofila la società QEnergy Europe (Grecia), affronta il tema della promozione dell'uso di carburanti alternativi nel settore dei trasporti ed in particolare l'uso dell'LNG, il gas naturale liquido. Un tema che il porto della Spezia intende affrontare dando vita ad iniziative che interessino non solo l'ambito portuale ma si estendano lungo la catena logistica tra porto e retroporto e permettano allo scalo di collocarsi tra gli scali europei della rete Core Ports promotori di progetti innovativi sul tema LNG.

“Anche quest'anno abbiamo voluto partecipare al bando TEN-T Autostrade del Mare perché riteniamo che il nostro porto debba continuare nella sua azione a livello europeo, rafforzando il suo ruolo all'interno della rete centrale TEN-T – continua Forcieri - . Abbiamo scelto il tema dei corridoi doganali veloci in chiave Expo 2015, nel segno della continuità con le attività relative al progetto WiderMos. L'Expo 2015 è una grande opportunità per il sistema economico e produttivo del nostro Paese e  il porto della Spezia, insieme agli altri scali liguri, potrà giocare un importante ruolo come porta di accesso della merce destinata all'area milanese, offrendo servizi efficienti già in essere e utilizzando il progetto per testare altre soluzioni innovative, puntando su sostenibilità ambientale, riduzione delle emissioni e sulla preparazione delle infrastrutture necessarie in ambito portuale e lungo la catena logistica per promuovere l'uso di carburanti alternativi ed in particolare l'LNG. Ciò permetterà al nostro scalo di entrare a far parte del gruppo di porti europei che già stanno lavorando su questi temi, così come richiesto dall'UE. Ci faremo promotori nel nostro territorio di nuove occasioni di sviluppo che riguardano anche la parte relativa ai sistemi di propulsione delle navi”.

 

La Spezia, 17 marzo 2014