Navigazione
Tu sei qui: Home / Notizie / Firmato l’accordo sostitutivo con LSCT.

Firmato l’accordo sostitutivo con LSCT.

Forcieri:”E’ un intervento di grande rilevanza. In un momento di crisi una grande e solida azienda ha deciso di investire sul nostro territorio, aumentando la capacità e la forza attrattiva del porto spezzino. Intanto stiamo lavorando per la ricollocazione delle marine storiche e per la realizzazione della fascia di rispetto.

Un’apertura di Comitato Portuale tutta dedicata alla concessione a LSCT quella di lunedì scorso. Il presidente Forcieri ha tenuto subito a precisare come il tempo trascorso dal 4 luglio, sia stato utilmente impiegato per definire tutti gli aspetti della contrattualizzazione con LSCT ed ha altresì rappresentato un costruttivo momento di confronto con l’Amministrazione Comunale che ha consentito di dare positiva risposta agli interrogativi a suo tempo sollevati.

Il giorno stesso si è quindi proceduto alla firma dell’atto sostitutivo che prevede l’autorizzazione alla realizzazione di opere di grande infrastrutturazione previste dal Piano Regolatore Portuale; la concessione demaniale per le aree operative; l’atto di sottomissione per le aree e gli specchi acquei che saranno destinati alla realizzazione delle opere.

Forcieri:”E’ un intervento di grande rilevanza. In un momento di crisi che coinvolge il nostro Paese, una grande e solida azienda ha deciso di investire sul nostro territorio, aumentando la capacità e la forza attrattiva del porto spezzino. Intanto stiamo lavorando per la ricollocazione delle marine storiche e si succedono le riunioni del Tavolo Permanente sull’attuazione del PRP”.

Nell’atto di concessione sono presenti reali garanzie rispetto all’effettivo investimento in infrastrutture, al piano industriale proposto; ai livelli occupazionali prospettati; ai volumi previsti, al mantenimento della titolarità della concessione e alle specifiche garanzie in esito ad eventuali future possibili richieste di modificazione. Contestualmente si procederà all’avvio della realizzazione della fascia di rispetto. 

 “E’ un’iniziativa che tiene conto degli interessi di tutti: del porto, della città, dei titolari delle marine e dei cittadini dei quartieri interessati”- continua Forcieri. A questo risultato si è potuto giungere anche grazie al positivo rapporto con il Comune.

La Spezia, 31 ottobre 2012