Navigazione
Tu sei qui: Home / Notizie / Il porto della Spezia inserito nel Corridoio Helsinki - La Valletta.

Il porto della Spezia inserito nel Corridoio Helsinki - La Valletta.

Forcieri: “Siamo uno dei principali porti di riferimento del Corridoio prioritario TEN-T che attraversa il nostro Paese ma dobbiamo continuare lavorare per il completamento della Pontremolese”

Durante la riunione del Consiglio dei Ministri dei Trasporti UE che si è tenuta ieri a Lussemburgo, è stata approvata la proposta, presentata dal Vice Ministro Ciaccia, di inserire il Porto della Spezia, insieme a quello di Livorno, all'interno del Corridoio Helsinki - La Valletta, ossia il principale corridoio TEN-T che attraversa il nostro paese.
“E’ un fatto estremamente positivo - dichiara Lorenzo Forcieri, Presidente dell’Autorità Portuale della Spezia - in quanto rappresenta un ulteriore riconoscimento a livello europeo per il nostro scalo. Esprimo un sentito ringraziamento al Vice Ministro Ciaccia, per il sostegno della proposta del Governo Italiano alla riunione del Consiglio Trasporti.
Abbiamo sempre sostenuto che il porto della Spezia, i cui mercati inland sono localizzati lungo la direttrice multimodale che traguarda verso il Nord Europa arrivando fino al Baltico,  rappresentava il principale scalo di riferimento del Corridoio prioritario Helsinki - La Valletta per i traffici in entrata e uscita dal nostro Paese. Tuttavia - aggiunge Forcieri - continueremo a lavorare nelle sedi opportune affinchè sia riconosciuto anche il collegamento relativo alla linea La Spezia – Parma, la c.d. "Pontremolese",   che riteniamo rientrare a pieno titolo tra le infrastrutture strategiche per accrescere le potenzialità di attrazione dei traffici commerciali dei porti dell'Alto Tirreno.
La linea La Spezia – Parma, infatti, oltre a permettere il collegamento diretto del porto della Spezia con le sue principali piattaforme logistiche e interporti di riferimento e rafforzare il rapporto con l'area di Milano senza gravare sul già congestionato nodo genovese, rappresenta una tratta strategica anche per gli altri porti dell'Alto Tirreno, a servizio di un’area ricca di insediamenti produttivi. Questa linea può fattivamente contribuire al miglioramento dei collegamenti tra territori,  in coerenza con gli obiettivi che sono alla base della nuova pianificazione delle reti TEN-T. “

La Spezia, 08 Giugno 2012