Navigazione
Tu sei qui: Home / Notizie / Milleproroghe: Porto della Spezia, approvata la modifica all’emendamento.

Milleproroghe: Porto della Spezia, approvata la modifica all’emendamento.

Il Governo ha accolto la proposta avanzata da Forcieri ed ha escluso dalla revoca dei finanziamenti assegnati il porto spezzino, ricompreso nei Siti di bonifica di Interesse Nazionale (SIN). Soddisfazione di Forcieri: “Così la norma è molto più equa”

Il Governo ha accolto la proposta avanzata dal presidente dell’Autorità Portuale Lorenzo Forcieri ed ha escluso dalla revoca dei finanziamenti assegnati il porto spezzino, ricompreso nei Siti di bonifica di Interesse Nazionale (SIN).

Grande soddisfazione di Forcieri, impegnato da settimane nella risoluzione del problema attraverso un pressing serrato allo scopo di scongiurare il rischio di revoca dei finanziamenti al porto ligure, con le conseguenti devastanti ricadute che avrebbe avuto sull’intera economia del territorio. Un’azione che ha coinvolto oltre il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Altero Matteoli,  anche i Presidenti della Repubblica e del Consiglio e il sottosegretario Letta, cui Forcieri si è rivolto con una lettera due giorni fa.

“E’ stata recepita l’esigenza di escludere i porti che, come quello della Spezia, essendo inseriti nei Siti di bonifica di Interesse Nazionale , sono andati incontro a ritardi nella realizzazione delle opere, non per loro negligenze ma in quanto dovuti alla moltiplicazione delle procedure e ad un allungamento notevole delle tempistiche. Ora la norma è molto più equa e risponde ad esigenze più ampie di quelle iniziali.
Ringrazio tutti coloro che si sono espressi a favore della modifica e coloro che sono intervenuti a vario titolo sostenendo la proposta. Un ringraziamento speciale va al sen. Enrico Morando che, da membro della  Commissione Bilancio del Senato, ha concretamente, e con successo, portato avanti l’iniziativa”.

La Spezia, 15 febbraio 2011