Navigazione
Tu sei qui: Home / Notizie / Ponte pedonale tra passeggiata Morin e porticciolo Mirabello.

Ponte pedonale tra passeggiata Morin e porticciolo Mirabello.

Un’opera pensata e progettata dall’Autorità Portuale. Oggi l’inizio del montaggio con il “varo” dei primi due pezzi della struttura

Oggi, al termine della realizzazione delle opere marittime e delle strutture in cemento armato, è iniziato il montaggio del ponte con  il “varo” dei primi due “conci”, termine tecnico che definisce le porzioni in carpenteria metallica che compongono il ponte e che sono giunti nella zona del cantiere trasportati via mare sul pontone “Veneziano” della Marina Militare. Per l’occasione, la Società Edilizia Tirrena S.p.A., azienda spezzina che si è aggiudicata i lavori della struttura, ha voluto organizzare una piccola cerimonia.

I “conci” sono in tutto 13, ciascuno lungo 12 metri. I conci, assieme alle due pile a forma di “cigno” ed ai due pennoni alti circa 35 metri, sono stati prefabbricati all’interno dell’Arsenale Militare.

Tutto iniziò nel dicembre 2010, quando fu firmato a Roma, presso il Ministero della Difesa, l’accordo di programma operativo dal presidente dell’AP, Lorenzo Forcieri e dal Direttore Generale dei Lavori e del Demanio.

L’accordo riguardava la realizzazione dei lavori di ristrutturazione della Banchina Tahon de Revel e la costruzione del nuovo ponte pedonale mobile di collegamento tra la passeggiata Morin e il porticciolo Mirabello. Un’opera pensata e progettata dall’Autorità Portuale e giunta oggi alla fase definitiva. Grazie a quell’accordo l’AP si impegnò a realizzare per la Marina Militare un nuovo pontile ed a  ristrutturare alcuni degli edifici del comprensorio che resterà in uso alla Difesa.  Dopo il nullaosta da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che approvava l’opera sotto il profilo urbanistico-paesistico e ambientale, a seguito di un lungo iter, nel febbraio 2011, arrivò anche l’ok del Ministero dell’Ambiente che rilasciò  l’ultima autorizzazione necessaria per procedere alla ristrutturazione della banchina e alla realizzazione del ponte. Altro atto indispensabile fu la  sottoscrizione del  documento che consentì di avviare le opere di bonifica dello specchio acqueo  di circa mq. 6300, antistante il comprensorio “Lagora”. A maggio 2012 fu poi consegnata l’area dalla Marina Militare, attraverso la Capitaneria di Porto, all’Autorità Portuale e fu  firmato il contratto dei lavori con la S.E.T. Società Edilizia Tirrena S.p.A., vincitrice della gara di appalto.

Lorenzo Forcieri: “E’ un progetto cui lavoro dai primi mesi del mio insediamento, e sono orgoglioso che sia stato pensato, progettato e ultimato nel corso del mio mandato. E’ il frutto della collaborazione con il Comune della Spezia, la Marina Militare e il Ministero della Difesa. L’iter è stato lungo e complesso, ma si tratta di un’opera fondamentale per collegare la città con le marine del Mirabello, in particolare per quella in cui l’AP ha già trasferito parte della marina del Canaletto. Spero che  farà contenti non solo gli spezzini ma anche i turisti e, in questa fase rilancio del settore crocieristico, i passeggeri delle numerose navi che attendiamo per i prossimi mesi”.

Il progetto della passerella in acciaio è stato elaborato dall’Ing. Fabrizio Simonelli responsabile Ufficio progettazione e direzione lavori dell’Autorità Portuale della Spezia, in collaborazione con la società EXA Engineering dell’ing. Sabatino Tonacci, l’onere della cui consulenza è stato  sostenuto dalla Società ITN S.p.A.

Il ponte, realizzato in acciaio e legno e dotato di un dispositivo oleodinamico che consente l’apertura della campata centrale, è lungo 176 metri e largo 3,50 metri. Sia la carpenteria metallica del ponte, sia i parapetti delle rampe di accesso sono stati realizzati dalla ditta SIMAN S.r.l.

Il costo complessivo degli interventi, interamente sostenuto dall’AP,  ammonta a 5.300.000,00 Euro. La sequenza di montaggio prevede che nel corso delle prossime settimane vengano “varati” i rimanenti conci: conci 10-11-12-13 lunedì 29 aprile; “pila” Mirabello con conci 3-4-5, lunedì 6 maggio; pila “Revel” con conci 6-7-8, lunedì 13 maggio; pennoni e stralli, lunedì 20 maggio; concio 6, campata apribile con impianti elettrici oleodinamici, lunedì 27 maggio. Entro il 31 di maggio il ponte sarà interamente completato.

Lunedì 22 aprile 2013