Navigazione
Tu sei qui: Home / Notizie / Ponte pedonale tra passeggiata Morin e porticciolo Mirabello. L’Autorità Portuale firma l’accordo operativo con il Ministero della Difesa.

Ponte pedonale tra passeggiata Morin e porticciolo Mirabello. L’Autorità Portuale firma l’accordo operativo con il Ministero della Difesa.

Entro l’estate il via ai lavori. Ringraziamenti al Sottosegretario Crosetto.

Il Comandante del Dipartimento Marittimo dell’Alto Tirreno, Amm. Franco Paoli e il Presidente dell’Autorità Portuale della Spezia, Lorenzo Forcieri, hanno presentato oggi alla stampa, assieme al sindaco Massimo Federici,  i dettagli dell’accordo di programma operativo firmato a Roma, presso il Ministero della Difesa l’antivigilia di Natale da Forcieri e dal Direttore Generale dei Lavori e del Demanio, Generale Antonio Caporotundo.

L’accordo riguarda la realizzazione dei lavori di ristrutturazione della Banchina Tahon de Revel e la costruzione del nuovo ponte pedonale mobile di collegamento tra la passeggiata Morin e il porticciolo Mirabello. Si tratta di un intervento molto atteso dai cittadini che in questo modo potranno raggiungere in modo molto più agevole il porto turistico con i suoi locali e la sua passeggiata. L’AP realizzerà per la Marina Militare un nuovo pontile e ristrutturerà alcuni degli edifici compresi nel comprensorio che resterà in uso alla Difesa.  La banchina Revel, prolungata con un nuovo pontile, accoglierà i pescherecci attualmente attraccati al Molo Italia.

Il progetto della passerella, elaborato dall’Ing. Fabrizio Simonelli responsabile Ufficio progettazione e direzione lavori dell’Autorità Portuale della Spezia con il contributo di ITN S.p.A., ha ricevuto il nullaosta anche da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e approvato sotto il profilo urbanistico-paesistico e ambientale. Manca solo il “timbro” definitivo del Ministero dell’Ambiente poichè, essendo La Spezia inserita nell’elenco dei siti di interesse nazionale, le procedure burocratiche per ottenere le necessarie autorizzazioni sono assai più complicate.

La passerella, realizzata in acciaio e legno e dotata di un dispositivo oleodinamico che consente l’apertura della campata centrale, è lunga 176 metri e larga 3,50 metri.
Il costo complessivo degli interventi ammonta a 5.300.000,00 Euro. La durata dei lavori, che inizieranno presumibilmente entro l’estate, sarà di 15 mesi.

Grazie a queste opere verrà riconsegnata all’uso pubblico un’area di oltre 1500 mq., più un edificio di 70 mq. dove ha attualmente sede l’Ufficio Piazza di MARIDIPART.
Lo sviluppo della Banchina Revel da destinare alla “Cittadella della Pesca”, sarà di 150 metri.

Presidente AP Lorenzo Forcieri: “Sono molto soddisfatto. E’ un accordo cui lavoro dal giorno del mio insediamento. La sua felice conclusione rappresenta una sorta di regalo alla città, al recupero del suo rapporto con il mare. Desidero per questo ringraziare la Marina Militare, la Difesa ed in particolare il Sottosegretario Guido Crosetto  che tanto si è adoperato per velocizzare l’iter.

Il ponte rappresenta un’anticipazione del waterfront e del cambiamento in chiave moderna della città. Ora siamo pronti per altri importanti progetti, alcuni dei quali sempre in collaborazione con la Marina Militare”
Amm. Franco Paoli: “L’attuazione del presente accordo costituisce il primo passo concreto di un’importante attività verso il territorio che, ancorché difficile e talvolta problematica, deve trovare il suo completamento con l’obiettivo di mantenere alla Spezia la presenza di una significativa Base Navale. L’ accordo rappresenta un esempio del metodo adottato, in cui condivisione degli obiettivi e volontà politica hanno consentito di raggiungere risultati in tempi relativamente brevi.”


Sindaco della Spezia Massimo Federici: “Il porticciolo Mirabello parte della città, più facilmente raggiungibile e fruibile come un nuovo spazio a mare dagli spezzini. E’ questo il significato più forte della realizzazione del  nuovo ponte. Un’opera di grande rilevanza, per la quale Comune, Difesa e Autorità Portuale hanno messo in atto una positiva collaborazione. E’ un passo importante. Un segno nella direzione di ciò che auspico da sempre: una nuova alleanza tra Marina e città , fondata sull’apertura e la disponibilità al cambiamento e capace di dare alla Spezia nuove opportunità  di consolidamento e di crescita”.

La Spezia, 27 dicembre 2010