Navigazione
Tu sei qui: Home / Notizie / Relitto nave "Maxime"

Relitto nave "Maxime"

Venerdì 19 giugno avvio delle operazioni di sgombero a cura dell’Autorità Portuale della Spezia. L’intervento compiuto dalla gru "Langer Heinrich"

Il Presidente dell’Autorità Portuale della Spezia, sen. Lorenzo Forcieri,  comunica che Venerdì 19 giugno, alle ore 12, verranno avviate le operazioni di sgombero del relitto del “Maxime”. Sarà la gru pontone Langer Heinrich, protagonista della “Festa della Marineria”,  a sollevare e rimuovere definitivamente la prua del moto yacht, lunga circa 15 metri, dalle acque antistanti il borgo di Cadimare dove il relitto giace semisommerso da 6 anni.
Si tratta del primo atto per giungere rapidamente alla definitiva liberazione della baia di Cadimare dal “Maxime”. Il prossimo passo verrà infatti compiuto entro fine mese quando,  grazie sempre all’intervento della Langer, in grado di sollevare carichi fino a 250 tonnellate, si tenterà di rimuovere anche il restante ed imponente pezzo dello scafo, lungo circa 40 metri, che verrà saldato, messo in galleggiamento e trasferito, come la prua, in Arsenale.
E’ stato ritenuto opportuno tentare di compiere tale operazione, in modo da evitare di ricorrere ad ulteriori tagli del relitto (ciascuno dei quali richiede circa un mese di lavorazione) e procedere in un’unica soluzione all’operazione di sgombero auspicata dall’intera comunità spezzina.
Era il 2003 quando la motonave, ormeggiata vicino agli ex cantieri Clemna per subire alcuni interventi di manutenzione dello scafo, si arenò a seguito di eventi meteo sfavorevoli.
Dopo alterne vicende, a seguito di richieste pervenute da Enti vari e dal Ministero dell’Ambiente, fu l’Autorità Portuale della Spezia a rendersi disponibile per effettuare l’intervento di rimozione a proprie spese.
Per l’occasione, i rappresentanti  degli organi di stampa, delle emittenti radiotelevisive, degli organi di informazione on-line, sono invitati a partecipare.