Navigazione
Tu sei qui: Home / Notizie / Risposta del Presidente Lorenzo Forcieri su spostamento barche dal Canaletto al Mirabello.

Risposta del Presidente Lorenzo Forcieri su spostamento barche dal Canaletto al Mirabello.

“Il Piano Regolatore Portuale, varato definitivamente in data 19-12-2006, è uno strumento ormai esecutivo, che prevede nuove infrastrutturazioni portuali volte al completamento del terzo bacino portuale, nell'interesse generale dello sviluppo dell'economia del territorio, così come a suo tempo deciso da Autorità Portuale, Comune e Provincia della  Spezia e Regione Liguria. A tale scopo, l’Autorità Portuale, dovendo liberare le aree che saranno interessate dalle nuove opere, ha garantito ai concessionari delle marine di Canaletto e Fossamastra la  ricollocazione delle loro attività in altri spazi demaniali, visto che, come è risaputo, in quelle aree non ci saranno più porticcioli, ma banchine portuali operative. Detto questo, l’Autorità Portuale ha cercato e sta cercando di individuare tutte le possibili soluzioni alternative per agevolare i trasferimenti dei concessionari. La nuova marina del Mirabello, che l' AP ha realizzato allo scopo, ci pare più che decorosa, essendo una struttura moderna ed efficiente, sorvegliata h24 da personale e telecamere e, devo dire, ambita da molti possessori di barche anche di piccole dimensioni che negli ultimi tempi ci stanno subissando di richieste per poter ormeggiare lì la loro imbarcazione.

Vorrei sgomberare il campo da tutte le insinuazioni che sono state fatte, riferite sia al numero delle barche sia alle tariffe applicate ed alle presunte maggiorazioni di prezzo. Preciso per l’ennesima volta che l' Autorità Portuale ha concordato con i concessionari  di mantenere i prezzi attualmente in vigore bloccati per i prossimi due anni. Pertanto l'unico onere in più a carico dei diportisti sarà soltanto quello relativo al costo dei servizi loro riservati, erogati dal porto Mirabello : acqua ed energia elettrica; docce, servizi igienici e parcheggi  utilizzabili tramite badge magnetici, servizio di vigilanza continuo. La cifra forfettaria per questi servizi che l’Autorità Portuale ha concordato con la società che gestisce il porticciolo, ammonta a euro 500 all'anno. “Cifra che - sottolinea Forcieri -, abbiamo a lungo trattato con ITN, dimezzando la somma inizialmente richiesta. Quindi oggi i proprietari delle  imbarcazioni possono  contare per i prossimi anni  su un prezzo “bloccato”, con l’aggiunta di una somma (500 euro all'anno, che resterà invariata per sei anni) per poter usufruire di tutti i servizi del Mirabello, una struttura che é tra le più belle e moderne d'Italia.

L’AP ha anche ottenuto che i concessionari abbiano a disposizione un locale, ad uso ufficio, mentre un piccolo gate verrà realizzato all’ingresso dei nuovi pontili.

Per quanto riguarda i numeri,  saranno trasferiti complessivamente 540 posti barca.  Nel dettaglio:

Canaletto: totale trasferite  465 imbarcazioni. Rimangono da trasferire  439 imbarcazioni.  Complessivo 904

Fossamastra: Totale trasferite   75. Rimangono da trasferire 258 imbarcazioni  Complessivo 333

Totale generale: 1237 imbarcazioni.

Comunque, l’Autorità Portuale è come sempre disponibile ad affrontare casi particolari, cercando di venire incontro alle esigenze di coloro che espongano chiaramente la loro situazione e le loro esigenze. Noi, come sempre, cercheremo di fornire delle soluzioni, non ci presteremo però mai ad iniziative propagandistiche e a strumentalizzazioni che lasciamo interamente ad altri”.